Skip to content


25 gennaio nuova udienza all’Aquila

25 GENNAIO 2019 ALL’AQUILA: CI RIGUARDA TUTTE!

Il prossimo 25 gennaio alle ore 12.30 presso il Tribunale dell’Aquila si svolgerà un’altra udienza che vede imputate tre compagne per diffamazione, denunciate dall’avvocato aquilano Antonio Valentini, conosciuto dalle femministe per aver difeso il militare e stupratore Francesco Tuccia.

Nel novembre 2015 l’avvocato Valentini viene invitato ad un convegno, organizzato dall’associazione Ilaria Rambaldi Onlus di Lanciano, presso la Casa Internazionale delle Donne di Roma, un luogo simbolico per la libertà delle donne. Molte si mobilitano e alla fine la Casa Internazionale segnala all’organizzazione del convegno che l’avvocato Valentini non può varcare quella soglia, perché indesiderato. Ma l’avvocato Valentini non ci sta e denuncia per diffamazione tre donne, colpevoli di avere diffuso una lettera di un’aquilana in cui si cercava di spiegare alle donne romane chi fosse l’avvocato Valentini.
Il processo è iniziato a gennaio 2018. E’ un processo difficile. La Procura ha deciso di portare avanti questa denuncia di diffamazione, basata in realtà su pochi elementi e il giudice Garganella si è espresso ricusando quasi tutte le testimoni della linea difensiva, tesa a dimostrare il comportamento aggressivo e violento tenuto da Valentini nel difendere Francesco Tuccia dall’accusa di stupro. In quel contesto l’avvocato Valentini aveva definito quello stupro come un “atto sessuale consenziente finito male”.

Questo è stato uno dei motivi che hanno spinto le femministe a mobilitarsi per impedire la sua presenza alla Casa Internazionale delle Donne. Nella prossima udienza verranno sentiti tutti i testi dell’accusa e della difesa. Un’udienza importante, per questo, invitiamo le compagne a mobilitarsi e a venire numerose e rumorose all’Aquila il 25 gennaio 2019.

Ancora una volta CI RIGUARDA TUTTE
Ancora una volta SI VA E SI TORNA INSIEME

Per venire in pullman con noi a L’Aquila scriveteci a: ciriguardatutte@inventati.org
Per approfondire

Posted in La solidarietà femminista.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.